Andamento del mercato dei piani

Perdura la fase di rallentamento degli scambi nel mercato dei piani. Gli operatori sono ancora in attesa del risveglio delle trattative per le necessità di reintegro delle scorte. I fabbisogni di materiale per i mesi autunnali dovrebbero emergere entro la pausa estiva. Purtuttavia i tempi di consegna molto brevi dei produttori spingono gli operatori a trattenere ancora le loro richieste di materiale puntando in questo modo a beneficiare di ulteriori assestamenti delle quotazioni.

I prezzi dei coils si stanno avvicinando ai livelli minimi di mercato dell’ultimo anno mentre si avverte la tendenza dei prezzi dell’import a stabilizzarsi. Le offerte dall’import più aggressive sono di origine indiana.

I produttori non sembrano predisposti ad assecondare ulteriori ribassi stanti gli elevati costi dell’energia. Alcune acciaierie stanno programmando dei fermi produttivi per manutenzioni anche per ridurre i volumi produttivi.

 

L’andamento del mercato dei coils in Asia

L’Asia, una delle principali aree di export di acciaio nel mondo risente del rallentamento dell’economia globale causato dal conflitto tra Russia e Ucraina, dalle restrizioni Covid cinesi e dagli elevati tassi di inflazione.

In India si stima che i prezzi dei coils a caldo nazionali siano diminuiti del 10% sull’anno e del 12% rispetto al mese precedente.

La domanda di acciaio in Cina e nei mercati regionali risulta debole e ciò pesa sul sentiment degli operatori locali. Emergono comunque visioni contrastanti tra i traders con alcuni tra loro che temono per il rallentamento della domanda mentre altri sono più positivi per gli effetti dei previsti tagli della produzione siderurgica cinese. Sembra infatti che la Cina stia pianificando di tagliare quest’anno 50 milioni di tonnellate di produzione di acciaio, un quantitativo molto più alto del livello precedentemente previsto di 10-30 milioni di tonnellate.

 

I dati dell’export di acciaio della Turchia

L’Unione Turca degli esportatori di acciaio (CIB) ha reso noti i dati delle esportazioni dei produttori di acciaio turchi dei primi 5 mesi dell’anno.

Secondo i dati CIB, i volumi di esportazione di acciaio delle fabbriche turche sono stati pari a 8,78 milioni di tonnellate nei primi cinque mesi del 2022, in calo del 2,6% sull’anno, mentre i ricavi generati dalle esportazioni hanno raggiunto i 9,6 miliardi di dollari, in crescita del 34,6%, a fronte di prezzi dell’acciaio più elevati dello stesso periodo dello scorso anno.

L’Unione Europea è rimasta la più grande area di destinazione di esportazione della Turchia a gennaio-maggio. Tra i singoli paesi invece Israele è stato il principale mercato di esportazione di acciaio della Turchia nei mesi gennaio-maggio.

La percentuale di incremento più elevata è stata del 228% sull’anno ed ha riguardato le spedizioni in Egitto. Va però precisato che il confronto è a valore e non in tonnellate.

 

Il rimbalzo delle produzioni di auto in Cina

Le vendite e la produzione di veicoli in Cina sono rimbalzate bruscamente in maggio grazie alla ripresa della produzione dopo le sospensioni di aprile a causa dei blocchi di Covid-19.

La maggior parte delle case automobilistiche ha ripreso la produzione a maggio ed ha aumentato l’utilizzo della capacità produttiva, con il ritorno del personale e delle forniture di materiali rispetto a un mese prima. Alcune case automobilistiche sono però state ancora chiuse a causa delle restrizioni Covid-19.

Il governo centrale ha lanciato una serie di politiche di stimolo a partire dalla fine di maggio per promuovere le vendite di auto e stabilizzare l’economia. Anche i governi provinciali hanno risposto rafforzando queste politiche. Conseguentemente il consumo di auto domestiche è aumentato in modo significativo.

Il settore automobilistico cinese rappresenta circa un decimo della sua domanda totale di acciaio e circa un terzo delle vendite globali di auto. L’andamento del settore auto è pertanto un fattore chiave della domanda di bobine laminate a caldo (HRC) e altri prodotti piatti in acciaio.

Le associazioni dei produttori di auto cinesi sono fiduciose che le politiche di stimolo del governo, le vendite e la produzione di veicoli a giugno continueranno ad aumentare alimentando la domanda di acciaio.

 

Affidati a un partner competente
per trovare sempre l’acciaio giusto.

Rivolgiti ai tecnici Sangoi:
con la formula Steel Up® di Sangoi
puoi avere questo e molto di più per il tuo business.

Chiedici maggiori dettagli!

Scopri di più qui

 

Alessandra Sangoi

Alessandra Sangoi
CEO

Andamento mercato dei piani 13 giugno 2022